Descrizione

La lavasecco si trova nella centrale Via Vittorio Emanuele III e rappresenta un punto di riferimento per chi ha il desiderio di ottenere capi perfettamente igienizzati, nel pieno rispetto dei tessuti. Grazie alla propria esperienza, maturata nel tempo, Lavasecco Cristal è in grado di restituire lucentezza a cappotti consumati o a eliminare le pieghe da camicie maltrattate.

Capi come nuovi.

Per restituire fascino e bellezza a qualsiasi abito è indispensabile affidarsi a seri professionisti, che sappiano come trattare i tessuti, attraverso l’impiego di metodiche innovative e tecnologie all’avanguardia. Grazie al lavoro svolto dal personale della Lavasecco Cristal si otterranno capi come nuovi, impeccabili e igienizzati: le macchie saranno solo un lontano ricordo.

Qualità e convenienza.

Questi due importanti aspetti costituiscono il fulcro dell’intera filosofia aziendale. Giorno dopo giorno, attraverso un impegno costante, lo staff della Lavasecco Cristal garantisce alla propria utenza gentilezza, cortesia e affidabilità. Per noi ogni cliente rappresenta un’opportunità di crescita e rapportarsi con esso costituisce un momento decisivo per la realtà aziendale.

Servizio eccellente.

La Lavasecco Cristal cura il lavaggio e il trattamento dei capi, attraverso l’erogazione di servizi qualitativamente eccellenti. Rappresentiamo un valido supporto per famiglie, aziende, professionisti, realtà commerciali e per chiunque desideri avvalersi della competenza e della qualità che caratterizza lo staff aziendale. Per ulteriori informazioni venite a trovarci.

CURIOSITÀ.

Fino alla fine del XIX secolo di solito la lavanderia era costituita da un luogo idoneo presso un fiume, un ruscello o in grandi vasche poste in luoghi pubblici (lavatoi). Le operazioni consistevano nel lasciare la biancheria in flussi continui d‘acqua in modo che le sostanze in grado di causare le macchie e gli odori potessero essere eliminate; torcere e sbattere i panni con blocchi, con randelli di legno, contro rocce lisce o sul bordo di una vasca, spazzolarli e agitarli in acqua agevolava la rimozione della sporcizia. Nell'antica Roma le lavanderie, piccole imprese artigianali ma ben organizzate, raccoglievano l'urina per utilizzarla nei processi di lavaggio in quanto ricca di ammoniaca.

Un miglioramento dei processi di lavaggio si ottiene con l'utilizzo di prodotti chimici o con altro per aumentare la solvibilità in acqua delle sostanze sporcanti. Per ottenere ciò si utilizzavano sostanze quali la liscivia (soluzione di cenere lignea e acqua calda) o i saponi, prodotti con grassi e soda caustica; questi sono stati man mano sostituiti dai detersivi (sintetici) in polvere o liquidi. Quando non c'erano flussi d'acqua disponibili, la lavanderia era fatta in tini o vasi a tenuta d'acqua. Grandi tinozze di metallo venivano riempite d'acqua e riscaldate sopra un fuoco perché l'acqua in ebollizione era ancor più efficace per la rimozione della sporcizia. Un asse per lavare, una superficie ondulata di un materiale duro quale legno, metallo o pietra, poteva sostituire le rocce della riva del fiume come superficie per lo sfregamento di panni. Una volta puliti, abiti e biancheria, ben strizzati per rimuovere la maggior parte dell'acqua, erano stesi all'aperto per potersi asciugare completamente, su pali appositi o su prati d'erba pulita.

Visita il sito web

Mappa

Richiedi informazioni



Orari d'apertura

  • Lunedi 8:00 - 17:00 |
  • Martedi (Oggi)8:00 - 17:00 |
  • Mercoledi 8:00 - 17:00 |
  • Giovedi 8:00 - 17:00 |
  • Venerdi 8:00 - 18:00 |
  • Sabato Chiuso |
  • Domenica Chiuso |

Allegati

Prenotazione



Copyright ©2022 Italia Biz. Realizzato da  Soluzione Globale. P.IVA: 05518690879